Mercoledì, 05 Agosto 2020 09:08

Gian Luca Vicini diventa delegato regionale per le emergenze

Vicini: “Una soddisfazione che condivido con tutti coloro che hanno lavorato al mio fianco”

Gian Luca Vicini della Croce Rossa di Pavia è stato nominato Delegato Regionale per le Emergenze della Cri Lombardia. Si tratta della più alta carica a livello lombardo in materia di emergenze che fa seguito alla sua precedente mansione di Responsabile della Sala Operativa Cri con sede a Valle Lomellina. Ruolo che terrà ancora per qualche settimana, il sostituto dipenderà direttamente da lui.

“Sono lusingato per l’incarico – spiega Vicini – che dà lustro anche al comitato di Pavia. Ringrazio tutti i collaboratori con cui ho lavorato in questi anni perché anche grazie a loro e al loro contributo ho raggiunto un traguardo importante che mi permetterà nei prossimi 4 anni di avere un ruolo politico ed istituzionale ai vertici regionali della Cri. Mi occuperò di gestire tutte le emergenze che accadranno a livello lombardo e manterrò come sede di questo importante servizio quella di Valle Lomellina”. Gian Luca Vicini, nel dettaglio, si occuperà principalmente del coordinamento delle attività di emergenza e di pianificazione e formazione del personale. Poi si occuperà direttamente dei rapporti con enti ed associazione che operano in questo settore ed, infine, terrà i contatti con i vertici di Regione Lombardia e delle Prefetture.

“Coordinerò un equipe di lavoro particolarmente vasta e qualificata – spiega Gian Luca Vicini – che comprende ben 87 delegati locali all’attività di emergenza. Gli input arriveranno da Valle Lomellina in caso di calamità sul territorio lombardo. In questo contesto sarà fondamentale la formazione perché ritengo che la preparazione sul campo sia maggiormente performante in caso di emergenze. Essere preparati riduce al minimo le conseguenze che scaturiscono da fatti disastrosi”. Soddisfazione anche per il presidente del Comitato di Pavia della Cri, Alberto Piacentini. “Faccio i miei migliori auguri a Vicini per questo prezioso incarico – spiega – Premia essenzialmente la sua capacità nel settore, da sempre è in prima linea in caso di emergenze sul territorio. La sua professionalità è stata quindi riconosciuta ad alti livelli e questo per il Comitato di Pavia è motivo di grande orgoglio. Un traguardo importante che deve anche essere di esempio per i tanti volontari che operano quotidianamente nella sede del capoluogo”.